Montella-Ferrero, incontro verità: tutti gli scenari

© foto www.imagephotoagency.it

Quella odierna è una giornata importante in casa Sampdoria: oggi, infatti, andrà in scena a Roma il tanto atteso incontro tra Massimo Ferrero e Vincenzo Montella con l’avvocato Antonio Romei, sempre presente nei momenti chiave. Si parlerà di futuro e progetti con l’ombra della Nazionale: il presidente della Figc, Carlo Tavecchio, lo ha citato tra i candidati alla successione di Antonio Conte, ma le quotazioni del tecnico blucerchiato sono in calo. Quindi, o chiama il Milan o resta alla Sampdoria, con cui ha ancora due anni di contratto.

 

Tante cose, però, in quest’ultimo caso dovranno inevitabilmente cambiare: le colpe del fallimentare campionato blucerchiato vanno condivise. Si parlerà, dunque, di quanto abbia inciso negativamente il mercato invernale e dei giocatori non “funzionali” al progetto, poi Montella presumibilmente rivendicherà la salvezza comunque raggiunta. Ma tra i temi in ballo ci sono anche quelli che riguardano la dirigenza secondo l’edizione genovese de La Repubblica: è in bilico il direttore sportivo Carlo Osti, che, guarda caso, non sarà presente al vertice e quelli delle aree amministrazione, comunicazione, sanitaria.

 

Non verrà varata, però, una rivoluzione totale e radicale: Montella dovrà andare incontro a Ferrero e Romei, accontentandosi di limitati avvicendamenti. Ecco, allora si potrebbe parlare di Daniele Pradè, direttore sportivo della Fiorentina, o Salvatore Monaco, ora nell’area scouting del Milan. Quel che preme del resto è ripartire con un’idea di base: migliorare sul campo e crescere a livello strutturale. Tra la chiamata della Nazionale o del Milan e la permanenza c’è una terza strada ed è, secondo Il Secolo XIX, quella della risoluzione del contratto, che permetterebbe a Montella di aspettare nuove chanches. Tutto aperto, per ora.

Condividi
Articolo precedente
Guerini sceglie Montella: «E’ pronto per la Nazionale»
Prossimo articolo
Intrecci Bologna-Sampdoria per Muriel e Osti