Reja: «Accettiamo il risultato, ci abbiamo provato»

© foto www.imagephotoagency.it

Intervenuto in conferenza stampa al termine della partita, il mister dell’Atalanta Edy Reja ha commentato il pareggio ottenuto in casa dei blucerchiati, tra le mura del L. Ferraris: «Abbiamo avuto due o tre opportunità nell’arco della partita, ma ancora una volta non riusciamo a concretizzare quelle poche occasioni che ci capitano. Spero che dopo questa partita sia finito il digiuno e che ritroviamo i gol, e la vittoria: questa è la decima senza tre punti, ma considerando il Frosinone – ha spiegato il tecnico dei bergamaschi – forse può starci bene anche il punto. Prima della vigilia eravamo più preoccupati, e quando due squadre sono preoccupate non vedi il bel gioco. Ma ora accettiamo il risultato, considerando che abbiamo cercato di farcela a tutti i costi: complimenti ai ragazzi». 

«Ci sono dei momenti, come l’Empoli contro di noi, in cui la palla non va dentro. Si parla sempre dei 40 punti, ma finché la matematica non dà sicurezza non si può parlare di quota salvezza. Bisogna andare avanti a testa bassa, dipende solo da noi. Il gol non dato a Pinilla? Mi hanno detto che era regolare, ma accettiamo anche queste decisioni, protestare non serve. Coperta corta? Ci vuole un po’ di pazienza. Anche Papu tornerà quello che conosciamo, basta aspettarlo e tornerà il giocatore che era a inizio campionato. Conti è stato molto attento in fase difensiva, lui è bravo a spingere e lo conosciamo: se migliora la fase difensiva, siamo di fronte ad un buon giocatore. Masiello invece già contro l’Empoli aveva fatto una partita straordinaria, e anche oggi ha giocato alla grande».

Condividi
Articolo precedente
Montella: «Il cammino della squadra è quello giusto. Oggi non era semplice…»
Prossimo articolo
Il commento tecnico: Per un Doria così quindici punti sono pura utopia