Ag. Eto’o: «Ferrero ci ha minacciati. Presto il verdetto della FIFA»

© foto www.imagephotoagency.it

Prosegue la querelle fra Samuel Eto’o, il suo entourage e la Sampdoria, una storia che presto dovrebbe trovare la sua conclusione. E per la Samp non sembra finirà benissimo stando a quanto detto dall’agente del giocatore, George Gardi, che intervistato da Primocanale ha rilasciato dichiarazioni molto pesanti all’indirizzo del presidente Massimo Ferrero: «Siamo stati contattati dal presidente nella nottata del 3 di maggio. Ci ha chiesto di interrompere le iniziative legali contro la Sampdoria. Ci prometteva che a fine campionato avrebbe risolto la questione insieme al suo avvocato Antonio Romei. Questo non è avvenuto perché sono passate tre settimane dopo la fine del campionato. Ci siamo accorti che è stata un’ulteriore presa in giro nei nostri confronti. Sono rimasto ancora una volta molto male di questo atteggiamento del presidente. Volevo poi aggiornarvi del fatto che la Fifa ha scritto ufficialmente alla Sampdoria. C’è un procedimento in corso, sapremo a breve quello che succedere. Tra l’altro tengo a precisare che siamo stati destinatari di minacce, sia io che Samuel, da parte del presidente, e di ingiurie. Abbiamo già provveduto a mandare tutte le evidenze al nostro avvocato, che deciderà il da farsi. Siamo rimasti molto sorpresi da questo atteggiamento del presidente. Non ce lo aspettavamo dal presidente di un club di serie A, né io né Samuel».

Intanto la FIFA, incalzata dall’Apollon Limassol, ha aperto un procedimento contro il Doria: «L’avvocato Tolentino – prosegue Gardi – sta seguendo più precisamente la pratica. L’unica cosa che posso dire è che la Sampdoria non ha inserito i dati del TMS ad agosto. La Fifa li aveva già contattati in questo senso. Il 9 giugno c’era un’altra scadenza per la Sampdoria, che doveva rispondere sul caso perché è stato presentato un esposto dall’Apollon. Non sono al corrente se abbia risposto o no, ma sicuramente c’è un procedimento in corso che porterà a un verdetto a breve. La mia opinione è che potrebbero esserci sanzioni contro il club. A noi spiace molto perché la tifoseria, le persone che tengono alla Sampdoria, non si meriterebbero sanzioni per comportamenti che noi non riteniamo idonei da parte del presidente».

Articolo precedente
#70diNoi: Sampdoria – Juventus 1954/1955
Prossimo articolo
Ag. Lazaar: «Tanti club su di lui. Zamparini vuole 5 milioni»