L’agente di Mina: «Parlato con la Samp». Ma il prezzo è alto

yerry mina colombia
© foto www.imagephotoagency.it

L’agente di Yerry Mina ammette: «Ho parlato con Sampdoria e Borussia, sono interessati». Ma il prezzo sfiora i 20 milioni di euro

La Sampdoria rimane alla finestra e osserva da lontano la situazione riguardate Yerry Mina, difensore del Palmeiras che già in passato aveva provato ad acquistare. Il centrale colombiano ha un pre-accordo per un trasferimento al Barcellona, ma non è ancora chiaro se i blaugrana decideranno di esercitare la prelazione. Dopo le dichiarazioni rilasciate ieri, l’agente e zio del giocatore Jair Mina è tornato a parlare svelando alcuni dettagli: «Ho parlato con Robert (Fernandez, il ds del Barcellona) stamattina e lui mi ha detto che non hanno ancora preso una decisione. Con loro esiste un pre-contratto e tutte le condizioni sono state concordate a maggio 2016». Tra le quali il prezzo, fissato a 9 milioni di euro, che adesso si rivela basso rispetto al valore reale del giocatore. Gli spagnoli avranno tempo fino al 31 gennaio per farsi vivi: «Se così non fosse – spiega – il prezzo salirebbe di 10 milioni di euro. So che 9 milioni sono un affare e che mi uccideranno in Colombia, ma è quello che è stato concordato due anni fa», ha detto rammaricato l’agente.

Chi volesse acquistarne il cartellino – escluso il Barcellona – dovrebbe perciò sborsare quasi 20 milioni. Una cifra decisamente alta, ma la concorrenza non manca: «Ho parlato con Sampdoria e Borussia Dortmund, hanno mostrato interesse. Il Borussia ci ha anche chiamato per andare a giocare lì. Il Barcellona deve dire chiaramente se lo vuole o meno – puntualizza il procuratore – altrimenti ci sono già altre società interessate al ragazzo. Mi continuano a dire che non hanno deciso, quello che speriamo è che si arrivi a una soluzione quanto prima». A chi ancora nutre dubbi sulle qualità di Mina e su un suo possibile salto di qualità nel panorama calcistico europeo, l’agente risponde così: «Un’assurdità. Una volta firmato per il Palmeiras, dopo quattro giorni era già in campo. Non dico che al Barça giocherà, ma lui andrà lì per lavorare come gli altri e per avere le sue chance. Solo che dovrebbero decidere adesso».