Allegri: «La mia rabbia? Loro sono cascati cinque volte in terra»

juventus allegri
© foto www.imagephotoagency.it

Juventus, mister Allegri dopo la vittoria sulla Samp: «Bastava essere un po’ più ordinati nella ripresa, invece abbiamo patito. Arrabbiato per la gestione del pallone»

La Juventus espugna il “Ferraris” e ferma la corsa della Sampdoria verso l’ottavo posto. Juan Cuadrado decide il match con un colpo di testa dopo appena sette minuti, i bianconeri dominano nel primo tempo ma calano nel secondo anche a causa dell’uscita dal campo di Dybala. Mister Allegri, intervenuto ai microfoni di Sky Sport, ha commentato così la prestazione dei suoi: «E’ stato bravo Cuadrado sul gol, ma avremmo potuto essere bravi anche su qualche altra occasione. Nel secondo tempo bastava essere un po’ più ordinati – spiega il tecnico bianconero – invece ci sono stati pericoli su ripartenze e non hanno funzionato bene le marcature preventive. Normale che per gli altri ci sia più difficoltà, puntano sui contropiedi: dopo un primo tempo così, è logico non poter continuare su quei ritmi anche nel secondo». Allegri spiega poi le motivazioni delle sue urla di rabbia da bordo campo: «Nel primo tempo loro son cascati cinque volte in terra e noi abbiamo buttato via la palla, poi capita a uno dei nostri e loro la giocano. Bisogna imparare alla svelta il mestiere: sono giovani, e da quegli episodi cambiano anche i risultati. Non dico che bisogna perdere tempo – chiarisce Allegri – ma se c’è uno dei nostri in terra buttiamola fuori. Esistono anche le malizie nel calcio, altrimenti si giocherebbe alla PlayStation. Lichtsteiner? E’ stato bravo a contenere – conclude – loro aprivano molto bene le due punte».

ALLEGRI IN CONFERENZA STAMPA – Intervenuto poi in conferenza stampa, Allegri ribadisce alcune situazioni che gli hanno fatto salire il sangue al cervello: «Dovevamo vincere oggi. Sono contento del primo tempo intenso, nel secondo tempo potevamo fare meglio, dovevamo essere più lucidi nella gestione della palla, potevamo essere più ordinati nella fase difensiva, abbiamo concesso tante ripartenze. Abbiamo sicuramente giocato meglio il primo tempo, uno dei migliori di tutta la stagione. La cosa che mi ha fatto arrabbiare di più? Quella sull’uscita di Asamoah e quando abbiamo consegnato la palla a loro, quando avevamo le due ali in terra. Le motivazioni devono sempre esserci tutte e questo significa vincere altre partite per chiudere il campionato».