Andersen, Europei a rischio: rientro anticipato alla Samp?

andersen sampdoria
© foto Valentina Martini

Europei a rischio per Andersen, la Danimarca U21 lo lascia a casa: «Una settimana di tempo per tornare al 100%». Possibile rientro anticipato alla Sampdoria

Dopo aver disputato una stagione ad alti livelli con la maglia della Sampdoria, per Joachim Andersen potrebbe non arrivare la soddisfazione finale di disputare le fasi finali degli Europei U21 con la sua Danimarca. Il difensore blucerchiato è rientrato tra i convocati del ct Niels Frederiksen, ma alcuni acciacchi fisici potrebbero impedirgli di prendere realmente parte alle sfide in programma: «È un giocatore davvero bravo e che vorremmo portare con noi – ha messo subito in chiaro il tecnico – per questo faremo tutto il possibile. Abbiamo ritenuto che fosse meglio farlo rimanere in Danimarca per alcuni giorni a recuperare, poi prenderemo una decisione definitiva fra una settimana».

La nazionale danese, intanto, si è spostata in Italia, dove fra pochi giorni prenderà il via la fase a gironi degli Europei di categoria. Andersen è stato momentaneamente rimpiazzato da Jonas Bager: «Se Joachim ce la farà, lo manderemo di nuovo a casa. In caso contrario, Bager entrerà nell’elenco dei 23 convocati. Infortunio? Non è stato in grado di allenarsi in maniera completa la prima settimana. Non è nulla di serio, ma non lo fa stare al 100%. Vedremo se riusciremo a recuperarlo totalmente. In linea di massima, c’è tempo fino a 24 ore prima della partita, ma non vorremo tirarla così alle lunghe, perché dobbiamo poterci preparare in modo ottimale. Saremo in continuo dialogo con Andersen e abbiamo deciso di dargli una settimana di tempo. Ciò significa che dopo l’amichevole con la Croazia (in programma mercoledì, ndr), faremo il punto sulle sue condizioni».

A questo punto, Andersen rischia anche di rientrare anticipatamente a Genova e concludere ancora la sua avventura agli Europei U21 ancora prima di averla iniziata: «Dev’essere al 100% per disputare le fasi finali, non c’è dubbio su questo. È una competizione difficile, non possiamo permetterci di avere alcuni giocatori in forma non ottimale per giocare. È così che dev’essere, anche nell’interesse dello stesso Joachim», ha concluso il ct Frederiksen in conferenza stampa. Una mancata partecipazione alla competizione impedirebbe, da una parte, l’incremento del valore di mercato del giocatore, mentre dall’altra velocizzerebbe i tempi di possibili trattative per una sua cessione: i top club interessati al classe ’96, infatti, non dovrebbero attendere la fine degli Europei per accoglierlo in rosa.