Andersen, finalmente il campo: Giampaolo può contare su di lui

Andersen Sampdoria
© foto FC Twenter TV

Esordio in blucerchiato per Andersen ieri: il difensore danese vuole ritagliarsi un posto da protagonista per la seconda metà di stagione

La partita di Coppa Italia contro il Pescara si è rivelata una semplice formalità per la Sampdoria, che ha messo subito in discesa la gara grazie a due reti nei primi 10 minuti di gioco e ha poi agevolmente controllato la reazione degli abruzzesi, arrotondando poi anche il risultato grazie ad altre due reti. Un buon allenamento, verrebbe da dire, per chi ha giocato meno in questa stagione, come Capezzi, Sala, Verre, Kownacki. Sarebbe stato interessante vedere dal primo minuto anche un altro nuovo acquisto che il campo non l’aveva, fino a ieri, mai visto, e cioè Joachim Andersen.

Il centrale danese è entrato in campo al 36′ del secondo tempo per sostituire Silvestre, uno dei pochi titolari impiegati da Giampaolo ieri sera. Probabilmente, il piccolo problema fisico rimediato in Nazionale ha impedito ad Andersen di essere pienamente disponibile per questa partita, e l’allenatore blucerchiato ha preferito non rischiare di perderlo per diverso tempo. Nei pochi minuti passati sul terreno di gioco, comunque, il giovane ex Twente si è ben disimpegnato e ha gestito ottimamente tutti i palloni transitati nella sua area di competenza. Un esordio breve, ma che può aver dato coraggio al difensore e preziose indicazioni a Giampaolo, che ha sempre avuto parole di elogio per il numero 4 doriano. Il prossimo passo sarà confermarsi anche in campionato, anche perché Silvestre non potrà certamente giocare ogni singola partita: sapere che l’alter ego dell’argentino è in grado di sostituire degnamente il compagno titolare, potrà far dormire sonni tranquilli Giampaolo.