Andersen scaccia le plusvalenze: «Non mi dispiacerebbe restare»

andersen sampdoria
© foto www.imagephotoagency.it

Andersen non ha fretta di lasciare Genova: «Devo trovare un club che abbia un buon piano per me, ma non mi dispiacerebbe restare alla Samp»

Uno dei gioielli della Sampdoria che la prossima estate potrebbe essere in predicato di partire è senza ombra di dubbio Joachim Andersen. Il difensore danese ha già attirato su di sé le attenzioni delle grandi squadre europee e potrebbe essere sacrificato dalla società doriana sull’altare del bilancio ma dal canto suo, con grande umiltà, il classe ’96 ha sempre dichiarato di non aver fretta di spiccare il salto in una big. Questa volontà era già stata sottolineata dal padre-agente qualche settimana fa, ed è stata ribadita dallo stesso numero 3 blucerchiato a Ekstra Bladet: «Sono concentrato solo sul fatto di essere qui, poi dovrò vedere cosa succede quest’estate, perché adesso non deve accadere niente, è ancora troppo presto».

L’idea di Andersen potrebbe anche contemplare un altro anno alla Sampdoria per terminare il proprio percorso di crescita: «È importante che un club abbia il piano giusto per me, inoltre non mi dispiacerebbe affatto stare ancora una stagione alla Sampdoria. Il mio campionato preferito? È difficile da dire: mi piacciono Inghilterra, Spagna e Italia. Ma conta soprattutto il club, che deve avere un buon piano per me e deve avere un programma nel lungo periodo. Devo fare i passi giusti nei momenti giusti. Quindi, davvero, non mi interessa che sia Tottenham, Inter o Atlético Madrid».

Articolo precedente
paolo fiorentina cda sampdoriaDai fondi d’investimento alla cessione Samp: Fiorentino spiega tutto
Prossimo articolo
sau sampdoriaPrimi allenamenti in blucerchiato per Sau: il backstage – VIDEO