In Argentina scoppia il caso Rigoni: il Belgrano reclama 8 milioni – FOTO

rigoni Zenit sampdoria Christmas
© foto www.imagephotoagency.it

Dall’Argentina: scoppia il caso Rigoni, il Belgrano reclama 8 milioni all’Independiente – FOTO

In Argentina è scoppiato ufficialmente il caso Emiliano Rigoni. Il Belgrano, club in cui è cresciuto e si è affermato l’attuale centrocampista della Sampdoria, ha denunciato l’Independiente, a cui lo aveva venduto nel 2016, richiedendo anche una perizia contabile per i 6 milioni di dollari non ancora ricevuti dalla cessione del giocatore.

La cifra reclamata da Los Piratas fa parte di quegli 8 milioni di dollari che, una volta ceduto Rigoni allo Zenit, l’Independiente avrebbe dovuto versare nella casse societarie del Belgrano per una lunga lista di voci: il cartellino del giocatore, i diritti di formazione, una clausola di rendimento e una penale (circa 4,5 milioni dollari il totale fin qui), più altri 3 milioni di “multa” concordata nel caso la società di Avellaneda avesse ceduto il classe ’94 senza autorizzazione del Belgrano e, infine, 500mila dollari come bonus se lo Zenit si fosse laureato campione di Russia e Rigoni avesse collezionato almeno 10 presenze.

Di tutti questi soldi, nonostante detenesse il 50% dei diritti economici di Rigoni, finora il club di Córdoba ha incassato solamente 2 milioni di dollari e adesso vuole sapere perché sta passando così tanto tempo – la cessione allo Zenit è avvenuta nel 2017 – per avere la restante parte che gli spetta.

1. Le foto dei documenti presentati

2. Le foto dei documenti presentati

3. Le foto dei documenti presentati