Audero e l’Europa: «Può succedere di tutto». Poi sfida (ancora) Radu

audero
© foto www.imagephotoagency.it

Audero sottolinea l’importanza del Derby della Lanterna in chiave Europa League. E spera in un gol di Quagliarella

Conto alla rovescia per il Derby della Lanterna. La Sampdoria di Marco Giampaolo sta continuando la preparazione in vista della stracittadina e tutti i giocatori sono consapevoli del valore della gara, non solo in ottica Europa League ma soprattutto per i tifosi blucerchiati. Dopo Fabio Quagliarella, è Emil Audero a sottolineare quanto pesi questa partita: «È importante e particolare. Una delle poche atmosfere che ti entrano dentro. La lotta per un posto in Europa League è ancora aperta, siamo tutti lì e può succedere qualsiasi cosa». E sulla classifica cannonieri: «Quagliarella è il nostro capitano e il nostro vero bomber. Gli auguro di segnare perché spero che vinca la classifica marcatori», precisa ai microfoni di Sky Sport.

L’omologo di Audero nel Genoa è Ionut Radu, suo coetaneo: «Mi fa piacere che ci sia un portiere della mia età che difenda la porta della squadra della stessa città – precisa il numero uno doriano -. Magari a fine partita ci scambieremo la maglia». Gli fa eco il portiere rossoblù: «Il derby con Audero sarà molto interessante, perché secondo me siamo due portieri forti che danno tutto per la squadra: che vinca il migliore. Somiglianze tra me e lui? La mentalità, è molto importante per un giovane che gioca a questi livelli. Chi temo di più? Sicuramente da portiere, Quagliarella. È troppo forte, vede la porta benissimo e quindi bisognerà stare attenti in difesa», conclude Radu.