Avati avvisa i tifosi del Bologna: «Non fischiate Ramirez»

© foto Valentina Martini

Antonio Avati stravede per Ramirez: «L’ho sempre amato come giocatore. Spero che i tifosi non lo fischino sabato»

Dopo un inizio di campionato sfavillante, Gaston Ramirez aveva incontrato qualche difficoltà nelle partite successive alle prima sosta per le Nazionali, cedendo spesso il posto da titolare sulla trequarti a Gianluca Caprari. Per il derby, però, il tecnico della Sampdoria Giampaolo ha voluto puntare sul talento uruguagio, che lo ha ripagato segnando il gol che ha sbloccato la stracittadina. Contro la Juventus, poi, il numero 90 ha dato continuità all’ottima prestazione della settimana precedente servendo anche l’assist a Torreira, e nella partita che vedrà i blucerchiati impegnati domani pomeriggio a Bologna sarà con ogni probabilità di nuovo titolare alle spalle delle punte. Ramirez, peraltro, ha lasciato in Emilia un ottimo ricordo, come testimonia il produttore cinematografico Antonio Avati, grande tifosi dei rossoblù: «Ho sempre amato Ramirez come giocatore – ha affermato ai microfoni di Radio Bologna Uno -, a Bologna ha dato tanto e ha ricevuto tanto. Mi auguro che il pubblico non lo fischi perché i proprietari di allora, nel momento della cessione al Southampton, attribuirono al giocatore frasi poco riconoscenti nei confronti dei tifosi, che in verità penso Gaston non abbia mai detto».