Connettiti con noi

News

Bilancio Sampdoria: 120 milioni di debiti. L’analisi completa

Pubblicato

su

Ascolta la versione audio dell'articolo

Bilancio Sampdoria: 120 milioni di debiti. L’analisi dettagliata della situazione finanziaria in cui verte il club di Massimo Ferrero

Massimo Ferrero, attualmente detenuto nel carcere di San Vittore, sarà sentito oggi nel primo interrogatorio di garanzia. La Sampdoria è nelle mani di Gianluca Vidal, proprietario legale tramite il Trust Rosan del club, che dovrà trovare al più presto un compratore. La situazione debitoria della Sampdoria non è rassicurante come si evince dall’analisi de Il Secolo XIX. 

DEBITI DA POSIZIONE FINANZIARIA – «Per definire una stima attuale della massa dei passivi della Sampdoria bisogna partire dai cosiddetti debiti da posizione finanziaria netta, indicatore utilizzato nell’analisi di bilancio che rappresenta il grado di indebitamento dell’azienda al netto delle disponibilità liquide. E oggi ammontano a circa 70 milioni di euro. Una parte dei quali verso le banche e tutti rateizzati. Una quindicina vanno a coinvolgere gli investimenti immobiliari fatti nel Comune di Bogliasco, che riguardano il restyling del centro sportivo, Casa Samp e il complesso immobiliare che ospiterà a partire dal 2022 la nuova sede. I principali verso il Credito Sportivo (8.5 milioni di euro) e di Banca Carige (5 milioni di euro)».

FINANZIAMENTI SACE«Strumento messo a disposizione delle aziende per contrastare lo stress economico generato dalla pandemia. Si tratta di circa 55 milioni, da rimborsare in rate trimestrali, le prime sono scattate nello scorso marzo, altre si accendono in questo dicembre e altre ancora nel 2022».

FACTORING«Altri 25 milioni di debiti sono riconducibili al factoring, a tutti gli effetti dei crediti che la Sampdoria vanta verso terzi e che sono stati anticipati dalle banche. Ad esempio con Flatex Bank per circa 13.5 milioni di euro relativi al trasferimento di Andersen al Lione, 3.5 milioni di euro per quello di Kownacki al Fortuna Dusseldorf. Un’operazione simile è stata portata avanti anche con Banca Sistema (7 milioni di euro) a fronte della cessione di crediti per i diritti televisivi».

DEBITI DA CALCIOMERCATO«Ammontano a circa una ventina di milioni non tutti a breve termine. Chiaramente si tratta anche di situazioni che possono diventare oggetto di trattative per arrivare a spalmarli più in là nel tempo. Come è successo a settembre con il Southampton, che aspettava una rata da tre milioni per Gabbiadini. Spostata qualche mese più in là. O come è successo per Schick con lo Sparta Praga, in quel caso è stato trovato l’accordo».

DEBITI CON IL FISCO «Circa 15 milioni di euro. Anche la Sampdoria ha beneficiato delle rateizzazioni importanti disposte dal Governo sempre come conseguenza dell’impatto della pandemia sui conti».

LEASE-BACK DEL MARCHIO«Una decina i milioni necessari a chiudere l’operazione con Banca Intesa, le cui fideiussioni sono ancora garantite da Edoardo Garrone».

Advertisement

News

Advertisement