Connettiti con noi

News

Boateng si scaglia contro il razzismo: «Il clima è peggiorato e i bianchi non aiutano»

Pubblicato

su

Ascolta la versione audio dell'articolo

Kevin Prince Boateng, calciatore del Monza, è tornato a parlare del tema razzismo manifestando tutta la sua preoccupazione

Kevin Prince Boateng, calciatore del Monza, è tornato a parlare del tema del razzismo tra le pagine de Il Corriere Sera. L’ex giocatore del Milan si è scagliato contro i colleghi rei di non schierarsi apertamente contro la discriminazione razziale.

BUU RAZZISTI – «Quei fatti mi provocarono una ferita dolorosa. Avevo fatto tanti sacrifici per giocare in una delle squadre più forti del mondo. Pensavo di essermi messo alle spalle le giornate buie vissute da bambino. Basta, non potevo più accettare comportamenti del genere. Razzismo? Il clima forse è anche peggiorato. Guardiamo a cosa succede nel mondo, all’uccisione di George Floyd. Ammazzano la gente davanti alle telecamere, anche per futili motivi. Certo, è nato il movimento ‘Black lives matter’ ma troppo poco è stato realizzato per contrastare il fenomeno».

CALCIATORI – «Nessun bianco mi ha mai detto di volermi sostenere in questa battaglia. Qualcuno si astiene per paura, altri perché ritengono sia più vantaggioso non esporsi in una vicenda che non li riguarda. Comandano i bianchi: se alzassero la voce loro, saremmo più ascoltati».