Borghi: «Sampdoria decima con merito. Ranieri? Semplicemente straordinario»

Iscriviti
© foto www.imagephotoagency.it

Stefano Borghi, giornalista e telecronista sportivo, ha voluto parlare della forma attuale della Sampdoria, dopo la vittoria contro il Parma

Stefano Borghi, giornalista e telecronista di DAZN, ha voluto analizzare la situazione in casa Sampdoria, dopo la vittoria ottenuta contro il Parma nell’ultimo turno di Serie A. Ecco le parole rilasciate sul suo canale YouTube.

LEGGI ANCHE – Sampdoria, un ritorno alle origini che fa bene a Ramirez

BILANCIO – «La Sampdoria chiude il girone d’andata al decimo posto, la prima dell’altro campionato. Decima la Samp oltretutto con 4 punti di margine sull’undicesima, per cui è pienamente meritevole di essere la prima dell’altro campionato e quella che chiude il treno della metà alta della classifica».

KEITA – «Samp che è andata a vincere a Parma, nel posticipo, 2-0, con un altro goal di Keita Balde che è un valore sempre un pochino incendiario, ma è un valore importante che c’è stato poco nella prima metà di campionato».

UOMO GIUSTO – «La Sampdoria ha puntato sull’uomo giusto, Claudio Ranieri ha normalizzato la situazione ed ha preso tutti i pezzi mettendoli nel posto giusto, migliorandoli, convincendoli e instillando in questa squadra, fatta di giovani interessanti e di veterani determinanti, la convinzione di poter fare bene. Quanto cambia la testa e quanto un allenatore può incidere mentalmente sul proprio gruppo trasformandone le sorti, perché poi la Samp non ha avuto una svolta tattica o di filosofia calcistica impressionante, rimane una squadra pratica. Il cambiamento è avvenuto totalmente nella testa dei giocatori, ed in questo è stato straordinario Ranieri. Questa è sempre stata la straordinaria forza della sua carriera, che l’ha portato a scrivere pagine di storia impensabili».