Bravetti di LazioNews24.com: «La Samp può dire la sua fino alla fine»

Lazio Sampdoria
© foto www.imagephotoagency.it

Elena Bravetti di LazioNews24.com ci presenta la sfida dell’“Olimpico” tra Lazio e Sampdoria: «Biancocelesti favoriti, ma i blucerchiati diranno la loro fino alla fine»

Si prospetta un finale di stagione incandescente per le squadre che lottano per un posto in Europa. La Lazio mira al terzo posto in classifica, la Sampdoria è alla ricerca di qualche punto prezioso che le permetta di staccare sulla concorrenza di Milan, Atalanta e Fiorentina. Non è dunque scontato il risultato finale della sfida che vedrà proprio biancocelesti e blucerchiati contrapporsi nella suggestiva cornice dell’“Olimpico” di Roma. Per analizzare al meglio la situazione della squadra allenata da Simone Inzaghi abbiamo contattato Elena Bravetti di LazioNews24.com: «Le ultime cinque partite di campionato saranno di vitale importanza per la Lazio. La lotta Champions è serratissima e, se i biancocelesti vogliono provare fino alla fine a concludere la stagione al terzo o quarto posto, dovranno fare risultato già contro la Sampdoria. Sarà una gara fondamentale. Come Inzaghi stesso ha detto prima del derby, è iniziato per i capitolini una specie di mini-torneo: uscire sconfitti contro i blucerchiati significherebbe sperare che Roma e Inter non ottengano punti per evitare che si allontanino troppo».

«Non voglio sbilanciarmi troppo, soprattutto dopo la partita di Europa League contro il Salisburgo, che tutti pensavano la Lazio potesse vincere a mani basse e invece ci ha visto uscire sconfitti dalla “Red Bull Arena”. Sulla carta, visto anche il momento che stanno vivendo le due compagini in gara, vedo i biancocelesti favoriti. A livello di organico, sicuramente i padroni di casa hanno qualcosa in più. Ma il calcio e, soprattutto il campionato che stiamo vivendo, ci ha abituato a tante sorprese. La Sampdoria potrà sicuramente dire la sua fino alla fine». Le strategie che verranno attuate nei novanta minuti sembrano essere chiare: «La Lazio, vista l’assenza di Luis Alberto, cercherà di mettere in difficoltà gli avversari sfruttando nel migliore dei modi la velocità e la potenza dei dribbling di Felipe Anderson, unite al cinismo e al fiuto del gol di Immobile. A centrocampo, poi, si punterà su un giocatore esperto come Lucas Leiva, fondamentale nel gioco d’interdizione. Accanto al brasiliano troverà spazio Milinkovic-Savic, tornato in gran forma dopo qualche partita non al top».

«La Sampdoria, dalla sua, ha a disposizione tanti giocatori che possono trovare facilmente la via del gol. Inoltre, la squadra di Giampaolo giocherà sicuramente con tanta grinta e voglia di vincere: nonostante alcune recenti sconfitte, i blucerchiati sono a soli tre punti dal Milan sesto in classifica: non fare risultato contro la Lazio significherebbe perdere il treno per l’Europa». L’arma in più dei blucerchiati è proprio il tecnico, spesso assimilato a Inzaghi in ottica futuro: «Giampaolo è un ottimo allenatore, è preparato e quello che sta facendo alla Sampdoria è a parer mio da elogiare. Dando un’occhiata alle squadre che ha guidato, però, si nota che sono tutte medio-piccole: non lo vedo bene seduto sulla panchina di una compagine da primi posti della classifica. Inzaghi invece è destinato a una big, ma è molto attaccato all’ambiente e non penso che un suo trasferimento possa avvenire nell’immediato».