Connettiti con noi

Focus

Sampdoria, Cagliari trasferta sfortunata: dal 2014 episodi decisivi

Pubblicato

su

Ascolta la versione audio dell'articolo

La Sampdoria domenica giocherà a Cagliari: la trasferta in Sardegna sembra una multa salata da pagare ogni anno. Gli episodi sfavorevoli

La trasferta di Cagliari torna ogni anno ad impensierire tutti i tifosi della Sampdoria che ricordano bene, al di là dei risultati sfavorevoli, tutti gli episodi sfortunati che negli ultimi anni si sono verificati dando origine ad una sorta di “maledizione” che i ragazzi di Roberto D’Aversa avranno il compito di sfatare. Si parte dall’ottobre 2014 e si arriva al novembre 2020.

Nella partita della Serie A 204/15, infatti, i blucerchiati vanno avanti 2-0 con Manolo Gabbiadini e Pedro Obiang, poi l’espulsione di Fabrizio Cacciatore apre alla rimonta dei padroni di casa, che raggiungono il 2-2. In quella stagione il Cagliari retrocesse ma nel 2016 il clamoroso 2-1 di Federico Melchiorri, a tempo quasi scaduto, su una lisciata incredibile di Emiliano Viviano condanna la Sampdoria che aveva trovato il pareggio con Bruno Fernandes pochi minuti prima. L’anno successivo la storia si ripete. Ospiti avanti 2-0 con la doppietta di Fabio Quagliarella e padroni assoluti della partita fino a quando un rinvio di Viviano colpisce il fondoschiena di Diego Farias riaprendo la gara. Finisce 2-2. Nel settembre 2018, traversa clamorosa a porta praticamente vuota di Edgar Barreto che da due passi si divora il vantaggio a pochi minuti dalla fine. Poco dopo, in pieno recupero, rigore sbagliato da David Kownacki e 0-0 finale. Le cose, però, sono destinate a peggiorare perché negli ultimi due precedenti arrivano due sconfitte. Nel dicembre 2019, la Samp conduce 3-1 al 75’. Tre gol rossoblù tra tiri-cross da fuori area e svarioni difensivi hanno portato al 4-3 all’ultimo respiro. Lo scorso campionato, infine, match in totale equilibrio, forse con i blucerchiati meglio sistemati in campo fino all’errore di Tommaso Augello, piuttosto insolito, con il Var che apre all’espulsione del terzino, influenzando tutto e condannando i liguri. Cronistoria di sfortuna ed errori che prima o poi si spera possa cambiare direzione.