Calcagno e quella presenza con la Sampdoria: «Perché mancavano tutti»

Calcagno aic
© foto Twitter

Il vicepresidente dell’AIC campione d’Italia con la Sampdoria: «Io in campo a Lecce? Perché mancavano tutti»

Prima di diventare vicepresidente dell’AIC, Umberto Calcagno era un calciatore. Centrocampista della Sampdoria scudettata nella stagione 1990/91, il chiavarese classe ’70 si ricorda bene quell’avventura con la maglia blucerchiata, nonostante avesse collezionato appena due presenze.

«Certo, io in panchina, in campo dei fenomeni. L’ultimo quarto d’ora con la Fiorentina, uno a zero, gol di Branca, e poi l’intera partita a Lecce. Lo dico sempre a Mancini e Vialli, sai perché? Mancavano tutti, eravamo undici contati. Nostalgia della Liguria? Torno sempre a Chiavari ogni estate. Vivo a Rimini, Adriatico. Ma vuoi mettere il mare del Tigullio?», ha concluso Calcagno.