Calciatori in nazionale: «Fronte comune tra i club»

avvocato grassani
© foto Twitter

No ai calciatori in nazionale, l’avvocato Grassani non esclude un fronte comune tra le società di Serie A: le sue dichiarazioni

Mattia Grassani, legale del Napoli, è intervenuto ai microfoni di Radio Kiss Kiss per ribadire la possibilità dei club di Serie A di opporsi alle convocazioni in nazionale dei rispettivi calciatori durante il periodo di emergenza Coronavirus.

«Non sono ancora coinvolto, ma il calcio sta risentendo del panorama internazionale, la stessa Fifa ha disposto una delibera per delle eccezioni. I club sono i titolari dei diritti alle prestazioni dei giocatori, non è escluso un fronte comune di fronte al non rilascio che è normato dalla Fifa. Tutte le normative a livello nazionale vanno in questa direzione per limitare il contagio, anche in chiave ricorso Napoli, ci chiediamo perché debba essere solo un solo club ed una tifoseria a pagare».