Calciomercato – Dodô e Ranocchia con le valigie in mano

© foto www.imagephotoagency.it

Arrivati durante l’ultima sessione del mercato invernale per sopperire agli addii di Regini, Coda e Zukanovic, i due nerazzurri Andrea Ranocchia e Dodô Pires non hanno certo sfigurato in quel poco tempo che hanno avuto per ambientarsi. Se per il centrale le prime uscite non sono state proprio felici, il brasiliano ha dato un grosso apporto alla squadra fin da subito: le sue abilità in cross, dribbling e corsa fanno di lui un perfetto esterno montelliano, seppur la fase difensiva lasci ancora a desiderare.

Fatto sta, che questi sei mesi alla Sampdoria sembrano destinati a concludersi con un addio. La società sarebbe stata intenzionata a chiedere un prolungamento del prestito ma – come svela l’edizione odierna de La Repubblica – l’Inter non sembra volerne sapere, e i due giocatori, volenti o nolenti, saranno costretti a far ritorno sotto la Madonnina. 

Il tecnico nerazzurro Roberto Mancini, però, non sembra essere rimasto impressionato dalle loro prestazioni in blucerchiato e perciò potrebbe esserci nuovamente un futuro in prestito a qualche altro club. A giugno il club di Thoir dovrà esercitare l’obbligo di riscatto per Dodô dalla Roma (fissato a circa 8 milioni di euro) e trovargli una nuova sistemazione, mentre Ranocchia è totalmente di proprietà dell’Inter ma non sembra gradito un suo ritorno in squadra dopo gli ultimi mesi difficili passati alla corte del Mancio.

Articolo precedente
Fondazione Dottor Sorriso: tre blucerchiati alla cena benefica di domani
Prossimo articolo
Regini e il Napoli: storia di uno zero spaccato