Sampdoria su Qaka, lui apre: «La Serie A mi piacerebbe»

kamer qaka
© foto www.imagephotoagency.it

Calciomercato Sampdoria, interesse per Kamer Qaka del Politehnica Iasi. Lui annuncia l’addio: «All’80% me ne vado, sogno campionati importanti»

Continua il lavoro di scouting della Sampdoria nell’est Europa, in vista dell’ormai vicina sessione di calciomercato invernale. L’ultimo nome accostato ai blucerchiati è quello di Kamer Qaka, centrocampista attualmente in forza al Politehnica Iasi, club militante nella massima divisione rumena. Dopo solo sei mesi dal suo arrivo, in virtù delle ottime prestazioni offerte in questa prima parte di stagione, il classe ’95 potrebbe già lasciare il club e approdare in piazze più ambiziose: come riporta il portale albanese pellgje.com, Qaka sta riscuotendo parecchio successo in patria e non solo, con Benevento e Sampdoria che hanno già mostrato il proprio interesse per il ragazzo. Anche il giocatore, intervistato da Nettavisen, ha confermato una possibile partenza: «Ho letto le notizie e ne ho parlato col presidente. Dice che sarebbe giusto che partissi, ma ne parleremo al rientro dalle vacanze. So di per certo solamente che il Braga ha fatto un’offerta, mentre dalla Svezia è solo interesse. Un mio addio potrebbe verificarsi presto – ammette – la società sa che il mio obiettivo è giocare nei maggiori campionati. Da quello che ho capito, al momento c’è l’80% di possibilità che me ne vada».

Qaka è seguito in diversi Paesi, e lui è aperto a tutto: «Per il mio stile di gioco mi adatterei meglio in Spagna, ma anche la Serie A o la Liga portoghese mi piacerebbero. Sono tutti dei grandi campionati. Anche il mio agente mi ha riferito che ci potrebbero essere dei movimenti nelle prossime settimane, ma mi è stato chiesto di non pensarci e io rimango concentrato sul campo». Lo stesso Adrian Ambrose, presidente del Politehnica Iasi, sembra già rassegnato all’idea di dover lasciare andare uno dei suoi talenti: «Ci sono alcuni grandi club interessati a Qaka da Spagna, Portogallo e Italia, a cui vanno aggiunti anche Steaua Bucarest, CFR e Kraiova dalla Romania. Sarà difficile trattenerlo, ci sono buone probabilità che vada via, anche se ci sarebbe piaciuto mantenere il gruppo di giocatori che abbiamo», ha dichiarato ai microfoni di GSP. Nonostante sia nato e cresciuto calcisticamente in Norvegia, il mediano è stato recentemente naturalizzato albanese, per via delle sue origini, e ha debuttato con la Nazionale guidata dal nuovo ct Christian Panucci. Per la Sampdoria si tratterebbe di un investimento intorno al milione di euro.