Caos Casertana, Ghirelli: «La regola è chiara: no al rinvio con 13 negativi»

Iscriviti
Ghirelli
© foto www.imagephotoagency.it

Francesco Ghirelli, presidente della Lega Pro, ha parlato in merito all’argomento sul caso Casertana. Le sue dichiarazioni

Francesco Ghirelli, presidente della Lega Pro, ha espresso la sua opinione in merito all’argomento sul caso Casertana ai microfoni di Sky Sport. Le sue parole

LEGGI ANCHE – Coronavirus Casertana, le parole di Guidi

«Non è una bella vicenda. Quando si è ricominciato il campionato tutti sapevamo che c’erano due regole alla base. La prima è semplice: Ci devono essere almeno 13 giocatori che non hanno il Covid-19 e in questo caso non vanno conteggiati gli infortunati o squalificati. La seconda: giochiamo con la massima sicurezza ma non c’è il 100%, visto che i tamponi possono essere negativi un giorno e positivi il successivo. Noi come Lega Pro abbiamo messo una deroga: con quattro positivi si può chiedere il rinvio, ma solo una volta e la Casertana lo aveva già chiesto. In questo caso la società aveva 16 giocatori senza Covid-19, alcuni però erano infortunati. Ieri sono stati effettuati tutti i tamponi prima della gara. Faccio anche un altro esempio: la asl di Palermo alcune settimane fa mi fece presente che c’era rischio cluster con i giocatori in campo e decisi di sospendere la partita. Se fosse arrivata la stessa cosa che da Caserta avrei fatto la stessa cosa».