Carbonero disperato: «Fatemi tornare a giocare. Anche gratis»

carbonero sampdoria
© foto www.imagephotoagency.it

Sampdoria, l’ex Carbonero alla disperata ricerca di una squadra: «Ho pensato anche di giocare gratis, ma non me ne hanno dato la possibilità»

Carlos Carbonero è alla disperata ricerca di una squadra. L’ex centrocampista della Sampdoria, dopo i numerosi problemi fisici e i trasferimenti in squadre minori, non aspetta altro che tornare a calcare un campo di calcio. Ecco il suo appello al quotidiano Olé.

SQUADRA CERCASI – «Mi sono allenato per circa tre settimane a Cali con il sindacato della Federazione colombiana, fino a quando tutto non si è dovuto fermare a causa della pandemia. Ora sono senza un club, sto solo lavorando e mantenendomi in forma, aspettando qualsiasi offerta per poter giocare di nuovo. Continuo ad allenarmi come se stessi giocando a livello professionale. L’idea è quella di continuare a tenermi in forma, perché in qualsiasi momento può spuntare qualcosa. Penso che Dio lo sappia, resto calmo. La fede è l’ultima cosa che perderò e devo continuare a pensare di poter tornare a giocare».

COSTO ZERO – «Ho anche pensato di tornare a giocare gratuitamente, ma non mi hanno dato l’opportunità».

PROBLEMI AL GINOCCHIO – «Penso che sia stato questo ad aver rallentato la mia evoluzione. La lesione che ho avuto è stata al menisco del ginocchio destro, molte porte si sono chiuse. Mi è stato difficile recuperare, ci sono voluti anni. Penso di essermi perso un po’, ma ad oggi posso dire che mi sento molto bene e ho le aspettative per giocare di nuovo in un club».