Casa Samp, la presentazione: «Un progetto a cui dare fiducia»

© foto www.imagephotoagency.it

Quest’oggi a Roma, la Sampdoria ha mosso un importante passo in avanti per il futuro: è stato infatti presentato alla giunta del CONI il progetto Casa Samp, il nuovo edificio in fase di costruzione che ospiterà i giovani calciatori blucerchiati.

A margine della conferenza, il presidente del CONI Giovanni Malagò ha commentato così la mossa del club blucerchiato: «Siamo contenti che una squadra di calcio investa sul proprio futuro e quindi su una casa dove far dormire, allenare, studiare e vivere i giovani. Era un passo indispensabile e la Samp aveva in questo senso un gap da recuperare, noi siamo azionisti del Credito Sportivo e questi progetti si fanno con la banca che è stata creata per statuto per questo tipo di progetti. Ovviamente servono determinate garanzie e mi sembra che la Samp si sia comportata bene, sono felice che il Credito Sportivo le abbia dato fiducia». 

«È una struttura per il futuro, come dice lo slogan, e in effetti questo è il futuro non solo della Samp ma di tutti i club calcistici». Così Paolo D’Alessio, commissario straordinario del Credito Sportivo: «Questa dev’essere la best practice e deve essere emulata dagli altri club: puntare sui giovani vuol dire aumentare la dimensione economica, far crescere i nostri giovani in ambienti adatti e vuol dire far crescere l’intero sistema calcistico nazionale».

Insieme al Presidente Massimo Ferrero c’era ovviamente anche l’avvocato Antonio Romei, che ha fatto il punto della situazione sul progetto insieme all’Architetto Remo De Giorgi: «Siamo molto orgogliosi perché secondo noi è un’iniziativa importante per i nostri ragazzi: ospitarli in una vera e propria casa, abbiamo il dovere di accompagnare la loro crescita non solo dal punto di vista calcistico ma anche umano. A breve partiranno i lavori del centro sportivo, tra il 15 e il 20 maggio. Un campo è già stato fatto e a breve vogliamo chiudere l’accordo con la parrocchia per riuscire a fare dei Tre Campanili un tassello importante del centro sportivo, poi ci saranno i nuovi spogliatoi della prima squadra ma c’è un percorso amministrativo più lungo. Contiamo per fine anno di poter posare la prima pietra. Il progetto della Samp sta arrivando a compimento nel giro di pochi mesi, senza slavature di percorso – prosegue Remo De Giorgi – l’edificio dovrebbe essere pronto a Novembre. È un edificio che si colloca a metà strada fra la realtà urbana di Bogliasco e quella sportiva». 

E in chiusura, come riporta SampTV, anche il commento del Presidente Massimo Ferrero: «Sono molto felice perché creare un ragazzino di 14 anni e portarlo in prima squadra è il mio progetto, è il motivo per cui sono venuto qui in Sampdoria. Genova è una città molto difficile, ho avuto la fortuna di essere un po’ più audace e ora costruiamo una casa per i giovani, per la prima squadra e un centro sportivo, sono cose che valgono 3-4 punti in classifica».

Articolo precedente
Ferrero: «Derby l’8 maggio? Magari capita il contrario dell’altra volta»
Prossimo articolo
Bogliasco – Fernando e Moisander ancora a parte, domani rifinitura e conferenza stampa