Cassano si commuove: «Garrone il padre che non ho mai avuto»

cassano riccardo garrone sampdoria
© foto www.imagephotoagency.it

Cassano torna sul rapporto con Riccardo Garrone: «Persona introvabile in questo ambiente, come un padre per me. Mancargli di rispetto l’errore più grande»

L’ex fantasista della Sampdoria Antonio Cassano è tornato a parlare del rapporto con l’allora presidente Riccardo Garrone, che lo ha portato Genova e lo ha sempre trattato alla stregua di un figlio, fino alla rottura tra i due nell’ottobre 2011: «E’ stata la miglior persona incontrata nel mondo del calcio – ha esordito ai microfoni di Sky Sport -. Ancora oggi mi emoziono quando parlo di lui a distanza di tempo, era una persona introvabile in questo ambiente. Onesta, educata, generosa, rispettosa: aveva tutte le doti di un uomo perfetto e mi voleva bene come un padre».

«A lui mi sono legato tremendamente – ricorda Cassano – in lui vedevo il padre che non avevo mai avuto. Da parte sua ricevevo tutte le attenzioni, mi dava consigli, qualsiasi cosa avessi bisogno. L’errore più grande della mia vita è stato mancargli di rispetto in quell’occasione, anche se in seguito ho avuto modo di chiarirmi». 

Articolo precedente
giampaolo sampdoriaGiampaolo, con Ferrero torna il sereno: «E’ tra i migliori presidenti»
Prossimo articolo
grassi spalL’agente di Grassi avverte il Napoli: «Piace a tante società»