Cassano pugnala la Samp: «Sono stato felice solo all’Inter»

© foto www.imagephotoagency.it

Cassano dimentica la Sampdoria: «Fui felice di trasferirmi solo quando andai all’Inter, la squadra più bella del mondo»

Antonio Cassano riesce a sorprendere anche senza il pallone fra i piedi. Sì, perché se ormai la sua storia d’amore con il calcio giocato sembra giunta – definitivamente? – alla fine, il talento di Bari Vecchia sa ancora come stupire, anche semplicemente a parole. E ieri sera, ospite di Paolo Bonolis a Chi ha incastrato Peter Pan, l’ex numero 99 blucerchiato ha risposto alle domande dei bambini presenti, tirando fuori una frase che non andrà giù molto facilmente ai tifosi blucerchiati. Cassano, infatti, a chi gli chiedeva cosa stesse facendo ora della sua vita, ha risposto: «Non ho smesso di giocare a calcio, ma voglio andare in una squadra che mi fa felice. L’Inter è la mia squadra del cuore e mi ha fatto diventare bello, ricco e famoso. Ho giocato per tante squadre ma solo una volta sono stato felice: quando sono andato all’Inter, la squadra più bella del mondo». Insomma, non un bel sentire per i sostenitori blucerchiati che lo hanno adorato nel suo periodo di militanza a Genova. Certo, una frase che può essere anche dovuta al contesto – Bonolis è un noto tifoso nerazzurro -, ma non proprio lusinghiera nei confronti della società e della tifoseria doriana, che lo ha amato e coccolato nel suo lungo periodo di militanza all’ombra della Lanterna.