Cassano shock: «Con Mazzarri fingevo di aver la febbre per stare a casa»

cassano
© foto www.imagephotoagency.it

Cassano a Tiki Taka: «Con Mazzarri fingevo di avere la febbre e me ne stavo a casa»

Dopo le recenti dichiarazioni di Walter Mazzarri su Antonio Cassano, ora le parti si invertono ed è il fantasista barese a parlare – ieri sera negli studi di Tiki Taka – del suo ex allenatore ai tempi della Sampdoria: «Il 4-0 con la Lazio? Sicuramente per tre giorni non dormirà, sarà tesissimo e comincerà a parlare coi giocatori. Una cosa che non ho mai amato di lui è che sta tanto sugli avversari, poi se c’è un po’ di vento, un po’ di pioggia, il campo in salita… un po’ di alibi se li fa». 

«Tatticamente è molto bravo, però ho sempre detestato gli allenatori che giocavano sugli altri. La sua idea è sempre difendere e mai attaccare, è un ottimo allenatore ma immagino l’inferno che passeranno i giocatori in questi giorni perché starà a parlare per ore. Parlare con me? Ma io non ho da parlargli, gli dico che ho la febbre e me ne sto a casa. Lo facevo spesso quando giocavo con lui», ha svelato Cassano.