Castellacci: «Ripresa Serie A? Per i medici non è cambiato niente»

Coronavirus Castellacci
© foto www.imagephotoagency.it

Enrico Castellacci, ex medico della nazionale italiana, ha fatto chiarezza sulla possibile ripartenza del campionato di Serie A

Il professor Enrico Castellacci, presidente dell’Associazione medici del calcio ed ex dottore della nazionale italiana, ha parlato della ripartenza della Serie A: «L’unico vero passo in avanti che è stato fatto è quello del Cts, che ha permesso ai calciatori di tornare a casa dopo gli allenamenti. Un altro passo è quello relativo ai nuovi casi di positività, che verrebbero arginati con ritiro fiduciario e controlli a tappeto senza la quarantena obbligatoria».

«Sulla responsabilità dei medici non è cambiato niente. Abbiamo mandato una lettera chiara dove veniva chiesto perché vengano prese delle decisioni senza consultare gli esperti. I giocatori torneranno a casa, ma dovranno firmare per assumersi la responsabilità. I tamponi sono un’altra questione aperta: ce ne vogliono tanti per tutti i professionisti e non è facile trovarli, neanche a pagamento», ha concluso Castellacci ai microfoni di Radio Punto Nuovo.