Connettiti con noi

News

CdA Sampdoria, Il Secolo XIX: «Ferrero potrebbe essere a Genova»

Pubblicato

su

Il Secolo XIX ventila l’ipotesi di un’improvvisata di Ferrero a Genova: l’ex presidente non ha più alcun potere decisionale sulla Sampdoria

Il CdA della Sampdoria è in programma per questa mattina alle ore 10.30. Marco Lanna, Alberto Bosco, Gianni Panconi e Antonio Romei si riuniranno e tratteranno tutti gli argomenti caldi: dall’iscrizione al campionato, non in dubbio, alle prossime scadenze da rispettare, fino all’informativa da parte di Gianluca Vidal sulla cessione e la nomina dell’advisor. In questo scenario, Il Secolo XIX, inserisce anche Massimo Ferrero.

L’IPOTESI DE IL SECOLO XIX«In questo quadro si inserisce la figura di Massimo Ferrero che avrebbe ventilato l’ipotesi di essere presente a Genova oggi. Allo stato attuale è il padre e lo zio degli azionisti di maggioranza della Sampdoria, nonché l’ex amministratore. Non ha titolo per partecipare alle decisioni della società. Da quando gli è stata revocata la misura dei domiciliari ha già sentito telefonicamente diversi dirigenti e si è interessato alla cessione».

Che Ferrero non abbia titolo per partecipare ad alcuna decisione della società è chiaro. La Sampdoria non è sua e, al momento, non è nemmeno della sua famiglia essendo stata inserita in un Trust la cui proprietà legale è di Vidal, in più pende sulla testa di tutti i soci e dello stesso Ferrero un’interdizione che gli impedisce di esercitare attività d’impresa per dodici mesi. Qualsiasi iniziativa dell’ex presidente sembra mirata a creare confusione e interferire nel già difficile compito dell’attuale CdA. Sempre con questo spirito sembra che sia stata inviata la PEC con le lamentele all’indirizzo di Lanna a cui la società non ha dato minimamente importanza.