Cessione Samp, incontro con York Capital: gli inglesi rilanciano

ferrero romei sampdoria aquilor
© foto www.imagephotoagency.it

Previsto un nuovo incontro in settimana fra la Sampdoria e York Capital: gli inglesi di Aquilor provano però a inserirsi

La comparsa in scena di Aquilor Capital nella corsa all’acquisto della Sampdoria rischia di mescolare ulteriormente le carte in tavola. Massimo Ferrero continua a dare precedenza agli americani di York Capital – che avrebbero peraltro in cantiere l’idea di costruire uno stadio di proprietà per la Samp – nonostante l’offerta ufficiale dell’hedge fund non sia ancora arrivata a Corte Lambruschini, ma il fondo inglese sembra realmente intenzionato a fare il possibile per destare l’attenzione della proprietà blucerchiata. Andiamo con ordine: in settimana ci sarà un nuovo incontro, presumibilmente ancora a Londra, fra gli emissari blucerchiati e quelli di York Capital per trovare un punto di intesa sul prezzo di cessione della società doriana.

Gli americani non sono ancora arrivati a soddisfare le richieste di Ferrero, il quale, dal canto suo, non ha assolutamente fretta di vendere vista l’entrata in scena del fondo inglese. Proprio Aquilor Capital, secondo Il Secolo XIX, vorrebbe approfittare di questo momento di empasse creatosi fra le parti in trattativa per tentare un inserimento volto a rimettere in discussione la pole position di York Capital. In questo senso, se il fondo inglese dovesse presentare a Ferrero un’offerta superiore ai 100 milioni, gli americani sarebbero messi con le spalle al muro e si troverebbero davanti a un bivio: aumentare l’offerta o gettare la spugna. Insomma, chi sembra giovare più di tutti di questa situazione è proprio Ferrero, che potrebbe tirare ulteriormente la corda per ottenere un ricavo maggiore dalla vendita del club. L’incontro in settimana con gli americani sarà decisivo per capire che piega prenderanno gli eventi.