Cessione Samp, le offerte arrivate non convincono Ferrero

ferrero cessione
© foto www.imagephotoagency.it

Ferrero non valuta positivamente le offerte arrivate per l’acquisto della Sampdoria: il rischio è che si crei una situazione di stallo

Nonostante la Sampdoria sia ancora impegnata in campionato – seppur le possibilità di raggiungere l’Europa siano ormai infinitesimali -, la dirigenza blucerchiata continua a lavorare al futuro prossimo del club occupandosi delle varie offerte pervenute in sede per l’acquisto della società. Secondo quanto riportato da La Gazzetta dello Sport in questi giorni il presidente della Sampdoria Massimo Ferrero avrebbe ricevuto un’offerta verbale inferiore a 50 milioni di euro, mentre l’advisor Mediobanca non avrebbe ricevuto alcun avviso.

Cifra certamente ridicola quella offerta a Ferrero, se è vero che il numero uno doriano non è nemmeno convinto delle offerte che per il momento gli sono arrivate. Né gli 80 milioni puliti offerti dal gruppo Vialli né l’importo superiore della cordata araba sembrano aver stuzzicato la fantasia del Viperetta, che non ha intenzione di schiodarsi dalla propria valutazione del club, 120-140 milioni. Il rischio è dunque che si crei un empasse, con i potenziali compratori che difficilmente alzeranno di molto la propria proposta e Ferrero stesso che altrettanto difficilmente rivedrà al ribasso le proprie pretese, una situazione di stallo che, se non dovesse trovare una soluzione, porterà per forza di inerzia il presidente doriano ad aprire la sua sesta stagione alla guida della Sampdoria.