Che fine hanno fatto i giocatori della Champions: i difensori

Lucchini Sampdoria
© foto www.imagephotoagency.it

Dopo i portieri, ecco i difensori: ecco dove sono finiti i protagonisti del pacchetto arretrato blucerchiato della stagione 2009/10

Continuiamo il nostro malinconico viaggio fra i protagonisti della Sampdoria targata Luigi Del Neri. E’ la volta ora della difesa, uno dei reparti chiave della squadra blucerchiata nell’anno 2009/10: se la Sampdoria alla fine della stagione risultò la miglior difesa casalinga d’Europa – solo 10 reti subìte al “Ferraris” – davanti a squadre del calibro di Barcellona e Manchester United il merito è anche e soprattutto del pacchetto arretrato, che in quel campionato sembrava davvero essere a tenuta stagna. Vediamo dunque a distanza di otto anni dove sono finiti i difensori di quella Sampdoria.

1. Daniele Gastaldello

Uno dei due pilastri centrali della difesa, quell’anno fu l’apice della sua carriera. Restò a Genova dopo la retrocessione per riportare la Sampdoria in Serie A e, nel febbraio 2015, passò al Bologna. Da quest’anno è invece sceso in cadetteria e guida la difesa del Brescia, squadra con la quale ha un contratto valido fino al 2019.

2. Stefano Lucchini

L’altro baluardo centrale per Del Neri in quell’anno, a fine campionato conquistò addirittura la Nazionale. Dopo la retrocessione dell’anno successivo la società mise alla porta il difensore, che si accordò con l’Atalanta e che poi passò al Cesena prima di tornare alla società che lo aveva cresciuto, la Cremonese. Dopo aver contribuito a riportare i grigiorossi in Serie B, in estate Lucchini ha annunciato il ritiro dal calcio giocato.

3. Reto Ziegler

Il mancino svizzero disputò nel 2009/10 la sua migliore stagione in Italia, anche se il suo rapporto con la Samp fu minato dal mancato rinnovo del contratto. Dopo la retrocessione, Ziegler si trasferì a titolo gratuito alla Juve, dove non riuscì ad imporsi: ne scaturirono una serie di prestiti – Fenerbache, Lokomotiv Mosca, Sassuolo – senza che Ziegler riuscisse mai ad imporsi in bianconero. Scaduto il contratto con la Juve si è accasato al Sion, mentre ora gioca al Lucerna.

4. Marco Rossi

Il difensore fu acquistato dalla Samp nell’estate del 2009 in prestito con diritto di riscatto della metà dal Parma. Giocò una ventina di partite, perlopiù da subentrato, segnando anche un gol, ma non fu riscattato dai blucerchiati. Coinvolto nel 2011 nello scandalo calcioscommesse, Rossi ripartì dal Perugia. Nel 2016 ha compiuto invece una singolare scelta di vita, trasferendosi in Nuova Zelanda, dove è stato ingaggiato dal Wellington Phoenix.

5. Pietro Accardi

In quella stagione ci fu spazio anche per Pietro Accardi, un giocatore arrivato dal Palermo con grandi aspettative, nel complesso disattese. Nel campionato 2009/10 collezionò 14 gettoni, per poi trasferirsi al Brescia prima e, in seguito, all’Empoli. Annunciato il suo ritiro nel 2014, Accardi non ha perso tempo e ha studiato per diventare ds, ruolo che ad oggi ricopre proprio per la società toscana.

6. Luciano Zauri

Terzino destro titolare nella difesa a quattro di Del Neri, fu prelevato in prestito dalla Lazio anche l’anno successivo ma non rese come la stagione precedente. Tornato alla Lazio, si trasferì poi al Pescara, sua ultima squadra. Nel 2014 ha infatti annunciato il ritiro dal calcio giocato ed è entrato nello staff tecnico del Delfino in qualità di collaboratore.

7. Fabrizio Cacciatore

 

Il difensore giocò ben poco nell’anno del quarto posto blucerchiato, appena 10 le presenze e 445′ i minuti giocati. La sua esperienza alla Sampdoria è stata controversa, fatta di prestiti e poca fiducia. Attualmente Cacciatore ha trovato la propria dimensione a Verona, dove Maran gli ha affidato la fascia sinistra. E’ andato in gol proprio contro i blucerchiati nel match vinto dalla Samp per 4-1 a fine ottobre.