Cigarini e il gelo con Giampaolo: «Non mi parlava»

cigarini cagliari
© foto www.imagephotoagency.it

Luca Cigarini torna sulla stagione complicata alla Sampdoria, parlando del rapporto con Marco Giampaolo mai decollato

Certe scelte, col senno di poi, non andrebbero mai fatte. E per Luca Cigarini, una di queste è stata certamente l’arrivo alla Sampdoria. Una stagione, la scorsa, trascorsa praticamente sempre in panchina, con solo 4 presenze all’attivo in blucerchiato. L’esplosione a centrocampo di Lucas Torreira ne ha condizionato chiaramente l’impiego, ma alla base del fallimento – a livello calcistico – ci sono i rapporti travagliati con Marco Giampaolo: «La cosa che mi rode è che mi ha voluto lui. Mi vuoi e dopo due mesi non mi parli. Non siamo riusciti a trovare un legame – spiega il centrocampista ai taccuini de La Gazzetta dello Sport -, umanamente non ci siamo presi. Tatticamente è forse il tecnico più preparato che abbia mai avuto, ma lui non si rapporta molto con i calciatori, è più di campo». Il tecnico blucerchiato, tuttavia, non ha tutta la colpa: «Anch’io ci ho messo del mio. Sono educato – spiega – ma un vaffa ogni tanto ci può stare. E poi ho un carattere difficile: inizialmente do poca confidenza». Adesso per Cigarini si prospetta un’annata da protagonista con la maglia del Cagliari, dove troverà lo spazio che meritano giocatori della sua caratura. Di certo, rimane il rammarico per come siano andate le cose con la Sampdoria.