Cina, tegola per gli ex Sampdoria: la decisione sugli ingaggi

Iscriviti
© foto www.imagephotoagency.it

La crisi economica data dalla pandemia Covid-19 ha convinto la Federcalcio cinese alla svolta, tagliare gli stipendi dei giocatori della Super League

La Cina dice basta agli ingaggi folli dei calciatori. Come riporta Il Corriere dello Sport, la crisi economica dovuta alla pandemia ha imposto un cambio di rotta alla Federcalcio cinese: i professionisti cinesi non potranno superare un compenso lordo di 5 milioni di yuan, circa 630mila euro.

I calciatori stranieri, invece, stranieri non potranno guadagnare più di 3 milioni di euro lordi. Un salasso per gli ex Sampdoria Graziano Pellè ed Eder, rispettivamente in forza al Shandong Lueng e al Jiangsu Suning, i cui stipendi saranno più che dimezzati.