Clima caldo al Mugnaini tra Ferrara ed un contestatore solitario

© foto www.imagephotoagency.it

 Lo sappiamo benissimo, il momento è delicato come non mai e ritornano incubi che riportano la mente a due stagioni orsono, ma bisogna stare calmi e stigmatizzare episodi come quello accaduto oggi a Bogliasco, dove  al termine dell’allenamento di stamattina un contestatore solitario, lo stesso che si era fatto vivo la scorsa settimana chiedendo le dimissioni del ds Sensibile e del tecnico Ferrara, è tornato alla carica.

Il “tifoso” in questione, prima non ha ottenuto considerazione dal campo inveendo contro Ferrara e poi a fine allenamento, ha chiesto nuovamente un confronto all’allenatore.

Era presente un operatore di Telenord, al quale Ferrara ha detto di spegnere la telecamera, poi il tecnico napoletano ha evitato di rispondere al “tifoso” affermando che fosse solo in cerca di notorietà, grazie al suo sangue freddo si è evitato che la situazione degenerasse.

Di queste diatribe ora non abbiamo proprio bisogno, la squadra deve essere incitata e non contestata, bisogna uscire fuori dalla crisi tutti insieme

 

Articolo precedente
Palombo convocato in Primavera
Prossimo articolo
Indiscrezione – Rifiutato scambio Pozzi-Meggiorini