Commissione medica FIGC, Nanni: «Speriamo in una quarantena più leggera»

stadi serie a
© foto www.imagephotoagency.it

Nanni, rappresentate dei medici di Serie A nella commissione medica FIGC: «Pronti per la ripresa. Ma speriamo in una quarantena più leggera»

Il medico del Bologna Gianni Nanni, rappresentante dei medici di Serie A nella commissione medica FIGC, è intervenuto ai microfoni di Rai 3 per commentare la ripresa del campionato e le relative misure di sicurezza.

RIPRESA – «Siamo pronti a ripartire. Dobbiamo sperare che non ci siano problemi di positivi all’interno dei gruppi squadra. Permanendo la quarantena questo creerebbe dei problemi enormi di partite perse, con difficoltà a recuperarle. Speriamo che i dati epidemiologici da qui a quando inizierà il campionato si modifichino in senso positivo e quindi che la quarantena possa essere alleggerita, dobbiamo però tenere presente che c’è, è in un decreto ministeriale, è una misura che è stata adottata per la nostra salute, non dobbiamo criminalizzarla. Dobbiamo solo sperare che i dati e le curve epidemiche facciano ripensare questo provvedimento»

INGRESSI ALLO STADIO – «C’è solo da armonizzare un po’ il protocollo in base alle partite, in funzione di queste. Dovremo organizzare bene i controlli prima che si svolgano le partite».

INFORTUNI – «Bisogna metterli in preventivo, sì. Ma se sarà approvata la soluzione dei cinque cambi, questo tutelerà un poco di più i club e i giocatori. È evidente che il rischio è elevato, purtroppo giocando tante partite nell’arco di breve tempo, il rischio di farsi male c’è. È come giocare un Mondiale un po’ lungo».