Connettiti con noi

News

Concordato Eleven Finance, adunata dei creditori e omologa: le ultime

Pubblicato

su

Prosegue l’iter giudiziario, dopo l’ammissione del concordato di Eleven Finance, del presidente della Sampdoria Massimo Ferrero: gli aggiornamenti

Dopo l’ammissione al concordato di Eleven Finance di Massimo Ferrero procede l’iter presso il Tribunale Fallimentare di Roma. Già effettuati due passaggi obbligatori alla prosecuzione dell’iter concordatario del presidente della Sampdoria. È infatti previsto, ex lege, il deposito della somma pari al 50% delle spese che si presume necessaria per l’intera procedura.

La tabella di marcia del tribunale fallimentare di Roma procederà con la convocazione dell’adunata dei creditori per sottoporre al voto di fattibilità il piano (deve ricevere il sì da parte di chi detiene il 61% del credito). I termini legali per la convocazione dell’adunata sono di 90-120 giorni, in casi eccezionali aumentati anche fino a 140 in base agli impegni delle parti in causa. Che la votazione avvenga dopo un mese o nel termine più lungo previsto, il concordato che riceva parere positivo da parte dell’adunata dovrà poi passare per l’omologazione, i cui termini di legge sono nell’ordine di sei mesi. Dall’omologa parte il conto alla rovescia dei 30 mesi per dare attuazione al piano concordatario con la postilla che il curatore, preposto al controllo e nominato dal tribunale, ha la facoltà di richiedere al giudice la revoca in qualsiasi momento constata l’impossibilità di dare copertura a quanto previsto dall’accordo.

Advertisement