Coronavirus, Gravina: «Un tampone ogni 4 giorni è insostenibile»

© foto www.imagephotoagency.it

Dopo la riunione del Consiglio Federale riunitosi oggi, Gabriele Gravina esprime la sua a riguardo del problema Coronavirus

Oggi si è riunito il Consiglio Federale, durante cui si è discusso di vari argomenti legati al mondo del calcio italiano in relazione al Coronavirus. Queste le dichiarazioni di Gabriele Gravina, presidente della FIGC.

«Tra qualche minuto ci sarà un incontro tra i membri del CTS. Noi abbiamo una priorità: un tampone ogni 4 giorni è insostenibile. Chiediamo oggi di ottenere nell’immediato un allenamento di queste misure. Non è più sostenibile e mi auguro che il CTS possa concederci questo. Con il Premier Conte abbiamo condiviso un percorso. Se dalle scuole dovesse arrivare un risultato positivo e a questo aggiungiamo il senso di responsabilità che il calcio ha dimostrato allora la conseguenza naturale sarà l’apertura degli stadi».