Coronavirus, Federica Pellegrini: «Non c’è solo il calcio»

Federica Pellegrini
© foto www.imagephotoagency.it

La nuotratice Federica Pellegrini ha chiesto maggiore attenzione per il mondo dello sport: «Non c’è solo il calcio»

Federica Pellegrini è intervenuta ai microfoni di Radio 24 per chiedere maggiore attenzione per il mondo dello sport: «Devo dire che quando si parla di far riprendere lo sport, sento parlare solo di calcio e mi dispiace. Senza nulla togliere al calcio, esistono anche gli altri sport e sono altrettanto importanti. Aspettiamo di uscire da questa quarantena e ci rimettiamo sotto ad allenarci. A stare fermi così tanto si perde tantissimo lavoro, speriamo che almeno per gli atleti professionisti si possa ricominciare dopo il 3 maggio».

«Rispetto alla salute è logico che tutto il resto venga accantonato, ma lo sport deve essere considerato come una di quelle attività che deve aprire prima, almeno per gli atleti di interesse nazionale. Per noi nuotatori cambia tanto a livello di sensibilità, già cambia tanto quando stiamo fermi sabato e domenica. Tokyo 2021? Sono caratterialmente molto tignosa, mi sono data l’obiettivo della quinta Olimpiade anche se dipenderà molto dal mio fisico», ha concluso la campionessa del nuoto.