Coronavirus, il 25% dei guariti ha danni al cuore

Coronavirus
© foto Twitter

Coronavirus, paura per i calciatori contagiati: rischio danno miocardico rilevato nel 25% dei guariti

Il mondo del calcio vuole tornare in campo, ma la ripresa della Serie A non può prescindere da severi controlli medici su tutti i calciatori sia che essi siano stati contagiati dal Coronavirus, sia che siano risultati negativi ai test.

All’interno del protocollo della FIGC, si parla diffusamente dei danni che il virus ha causato all’apparato cardiaco. Nel 25% dei casi infatti (uno su quattro) il paziente ha sviluppato una miocardite con possibili complicazioni come aritmie e tromboemolie venose. Per questo motivo i calciatori saranno sottoposti a esami approfonditi anche con test cardiopolmonare per l’eventuale idoneità sportiva.