Coronavirus, primo calciatore morto: è il boliviano Guzmán

Guzmán
© foto Twitter

Il Coronavirus miete la prima vittima tra i calciatori: morto il boliviano Guzmán, di soli 25 anni

Anche il mondo del calcio è stato colpito in questi mesi dall’emergenza Coronavirus, con diversi giocatori contagiati, ma fino a pochi giorni fa il conto delle vittime era ancora fermo a zero. Il primo caso di morte – svela Marca – si è registrato nella seconda divisione boliviana, con Deibert Frans Roman Guzmán, in forza al club universitario di Beni, che è scomparso a soli 25 anni.

Dopo un periodo in ospedale, il giovane è morto all’inizio di questa settimana a causa del Coronavirus: «Esprimiamo le nostre sincere condoglianze agli amici e alla famiglia e chiediamo a Dio forza in questi tempi difficili», ha dichiarato Ángel Suárez, presidente della Federcalcio boliviana. Stessa tragica sorte è toccata al padre allo zio di Guzmán, con cui condivideva la residenza.