Così la Lazio cambiò mentalità: «Comprammo mezza Sampdoria»

eriksson mancini lazio
© foto Action Images

L’ex presidente della Lazio Cragnotti: «Comprammo mezza Sampdoria e cambiammo mentalità»

Verso la fine degli anni ’90 ci fu un grande “emigrazione” di giocatori della Sampdoria verso la Lazio. Sven-Goran Eriksson si portò dietro i suoi pupilli in biancoceleste e l’ex presidente Sergio Cragnotti ha ricordato ai taccuini de La Repubblica quei momenti che segnarono per sempre la storia del club.

«Puntammo su Eriksson e fu la nostra fortuna. Lui e Mancini cambiarono quella mentalità fatalista, molto provinciale, che c’era nella Lazio fino a quel momento. Sembrava che la scaramanzia contasse più del lavoro. Eriksson portò tutto il suo staff, tutti molto preparati e professionali. Comprammo mezza Sampdoria perché poi arrivarono Lombardo, Mihajlovic, Veron. Avevano una mentalità vincente che fece la differenza».