Dai contratti agli stipendi: i nodi che rimangono per la ripresa della Serie A

gravina figc
© foto www.imagephotoagency.it

La Serie A pronta alla ripartenza ma sono ancora diversi i nodi da dover sciogliere: dai contratti in scadenza alla situazione stipendi

È probabile che con la nuova settimana il calcio italiano e la Serie A torneranno a vedere pian piano la luce. Tuttavia, come evidenziato in data odierna dal Corriere dello Sport, persistono ancora diversi nodi non indifferenti da dover sciogliere.

In primis la situazione legata ai contratti in scadenza, su cui ancora non si conosce futuro. Aperta anche la questione sul taglio degli stipendi (solo alcuni club hanno già raggiunto accordi interni), e quella dei rapporti con i broadcaster, che hanno scelto di non pagare l’ultima rata dei diritti. Martedì, inoltre, ci sarà un Consiglio di Lega durante il quale si valuteranno gli scenari preventivi a seconda di quando riprenderà la Serie A: potrebbe essere il 13 o il 20 giugno. Per venerdì invece dovrebbe essere convocata un’Assemblea di Lega per discutere di play-off/play-out, così da arrivare preparati quando l’argomento verrà affrontato con Gravina.