Damsgaard: «Sono davvero felice alla Sampdoria»

damsgaard sampdoria
© foto www.imagephotoagency.it

Mikkel Damsgaard è soddisfatto di aver scelto la Sampdoria: «Debutto fantastico, sono felice»

Mikkel Damsgaard, centrocampista della Sampdoria, è felice di essersi trasferito alla in blucerchiato come afferma a bold.dk.

RANIERI – «Ranieri è davvero un bravo allenatore ed è bello che parli un po’ di inglese quando non capisci esattamente cosa sta succedendo in italiano. Il calcio italiano è qualcosa di diverso e qualcosa di più tattico e focalizzato sulla vittoria delle partite».

IDEE DI GIOCO – «Ranieri ha un attenzione maggiore a una strategia di gioco per vincere la partita ed è al centro anche la difesa. Devi svolgere i tuoi compiti difensivi prima di poter fare qualsiasi altra cosa. Ma probabilmente è anche una cosa generale per il calcio italiano. È diverso per me, ma sono felice di provarlo. È bello imparare e fare una nuova esperienza dopo diversi anni in FC Nordsjælland».

DIFFICILE INSERIRSI – «Sì, ho sentito anch’io quelle storie prima di andare alla Sampdoria. Ma mi hanno accolto tutti bene, ho lavorato duro in campo per fare bene e ottenere il rispetto. I miei compagni di squadra mi hanno aiutato tatticamente in alcune delle cose che ho dovuto imparare. La Serie A è diversa. Non voglio dire che è dura, è normale quando arrivi in un club da giovane. Ma a me è andata bene, non ci sono idioti alla Sampdoria o altre cose di cui avevo sentito parlare».

DEBUTTO – «È stato fantastico fare il mio debutto e poi è stato fantastico che fosse contro la Juventus. È stato bello guardarsi intorno e vedere tutti i grandi giocatori».

JUVENTUS – «Eravamo andati per vincere una partita e non l’abbiamo fatto, quindi sono rimasto deluso dal fatto che non ne abbiamo ricavato di più. Avevamo delle possibilità e avremmo potuto ricavarne di più, anche se la Juventus è la migliore. Abbiamo fatto degli errori stupidi che sono costati la sconfitta per 0-3».

TITOLARE – «Sono stato felice della mia prima volta. È andata bene. Mi sono già ritagliato un posto da titolare nell’ultima partita, ed è stato delizioso. Non so se sono sorpreso, ma sono davvero felice di aver raggiunto il mio obiettivo».