De Boer: «Ho fiducia in una bella partita»

© foto www.imagephotoagency.it

Come di consueto Frank De Boer, allenatore dell’Inter, è intervenuto ai microfoni  della sala stampa per commentare la partita tra Samp e Inter, valida per l’11a giornata di Serie A Tim. Tanti i temi caldi, tra cui il possibile esonero, la scelta dei titolari e i problemi della squadra ad esprimersi al meglio. Qui di seguito un estratto della conferenza.

Contro la Sampdoria sarà un match particolare, perchè i blucerchiati non sono troppo difensivisti, sarà una bella partita? «Sì, dipende da noi, dalla concentrazone e dalla disciplina che possiamo mettere in campo: ho molta fiducia in una bella partita».

Mister lei sostiene spesso che la squadra debba assimilirare ciò che è il suo credo tattico, ma questo qualche volta non succede. Cosa manca ad alcuni dei suoi giocatori? C’è qualcosa che vuole dire loro? Ecco la risposta di De Boer: «Qualche volta otteniamo risultato giocando male, qualche volta non raccogliamo quanto meritiamo anche con buone prestazioni. Ciò che è importante per me è che la squadra si dimostri unita, che i giocatori si impegnino a giocare da team, con energia e disciplina. Voglio vedere grinta e compattezza».

In questo momento Eder è davanti a Perisic, secondo quali canoni sceglie di mandare in campo i suoi giocatori? 
«Si tratta di un insieme di fattori: condizione fisica, lavoro in allenamento, disciplina e ovviamente l’avversario. Gli esterni sono l’aspetto fondamentale del mio modulo, e in questo momento Eder sta facendo bene».

La partita di domani potrebbe essere determinante per una panchina che già traballa, vediamo cosa pensa del fatto che alcuni allenatori si siano proposti. De Boer è lapidario: «Non credo siano gli allenatori a proporsi, ma i loro procuratori; non sono comunque preoccupato, l’Inter è un grande club, è normale che raccolga l’interesse di molti. Ora sono solo concentrato sul migliorare la squadra, c’è molto lavoro da fare».