Decreto Rilancio, le misure di sostegno previste per il calcio

conte premier italia
© foto www.imagephotoagency.it

Decreto Rilancio, ecco tutte le misure di sostegno previste per far ripartire il calcio italiano

Il nuovo Decreto Rilancio varato dal Governo prevede misure di sostegno anche per il mondo del calcio, una delle “industrie” più redditizie del nostro Paese. Vediamo nel dettaglio quali sono:

  • l’ulteriore rinvio dei pagamenti contributivi e fiscali al mese di settembre;
  • la sospensione dei canoni di locazione e dei diritti di superficie per gli impianti sportivi, anche di Serie A;
  • cassa integrazione per i contratti dei lavoratori sportivi fino ad un massimo di 50mila euro lordi;
  • istituzione di un fondo “salva-sport” con una quota percentuale sul totale della raccolta per le scommesse sportive;
  • abbreviazione di gradi e tempi della giustizia sportiva (direttamente il Collegio di Garanzia dello Sport e successivamente il TAR e il Consiglio di Stato) in caso di contenziosi generati dalle decisioni che sono possibili adottare in deroga alle vigenti disposizioni dell’ordinamento federale sulla determinazione delle classifiche in caso di interruzione dei campionati della stagione 2019/20 e quindi sulla determinazione degli organici per la stagione 2020/21;
  • riforma straordinaria della giustizia sportiva, che permetterà l’abbreviazione nei tempi e nei luoghi per i contenziosi ma soprattutto darà alle Federazioni (tra cui, ovviamente, la FIGC) la possibilità di fermare i propri campionati, nel caso si ritenga impossibile proseguire, senza dover temere di subire conseguenze rilevanti a livello giudiziario.