Defrel manda segnali alla Roma: «Posso giocare in una big»

Defrel dopo Sampdoria-Spal: «È la caviglia che mi ha dato problemi l’anno scorso, ma niente di grave». Poi il messaggio alla Roma: «Posso giocare in una big»

Assist di Fabio Quagliarella, gol di Gregoire Defrel: una scena che la Sampdoria potrebbe rivedere ancora molte volte in questa stagione. Il quinto gol in campionato dell’attaccante francese ha permesso ai blucerchiati di firmare la rimonta per 2-1 contro la Spal, anche se qualche minuto dopo lo stesso Defrel ha dovuto lasciare il campo per infortunio: «È la caviglia che mi ha dato problemi l’anno scorso – ha spiegato a Sky Sport – ma niente di grave. Già da prima mi dava fastidio, ma son riuscito a rimanere in campo. Sono contento, mi sento bene e riesco a dare tanto a questa squadra grazie ai miei compagni e allo staff. Spero di continuare così. Il mister mi dà fiducia e mi fa giocare spesso, io ho lavorato tanto e lo staff medico mi ha rimesso in piedi. Quagliarella? È divertente giocare con lui, farà tanti gol e proverò a fargli qualche assist anch’io. Siamo contenti della classifica – ha concluso il bomber doriano – dopo la Fiorentina ci siamo stancati e si è visto, ma oggi siamo riusciti a vincere». 

Sull’annata storta vissuta alla Roma: «L’anno scorso è stato un po’ un insieme di tutto: è una piazza difficile, lo ammetto, e ci si son messi gli infortuni. Non voglio cercare alibi, ma ho fatto fatica fisicamente. Poi c’era un certo Dzeko, e non è stato facile uscire fuori. Posso giocare in una grande squadra, ci credo, ma adesso penso solo alla Samp». Defrel spiega così l’esultanza “a mitraglia”, simile a quella di Krzysztof Piatek del Genoa: «L’ho inventata prima io (ride, ndr), la facevo già a Cesena e Sassuolo. Aspettavo solo di fare gol sotto la Gradinata – aggiunge in mixed zone – e non sarà l’ultimo».

L’affollamento nel reparto offensivo non è un problema per il numero 92 blucerchiato: «La concorrenza fa bene, il mister carica tutti. Ognuno deve farsi trovare bene e pronto, dando il massimo, sia che parta titolare o dalla panchina. Atalanta? Una grande squadra, poi a casa loro sono molto fastidiosi. Nazionale? Hanno fenomeni mondiali in attacco. Non si sa mai, se farò tanti gol… un’amichevole mi farebbe piacere. Una parte di me non ci pensa ancora molto».

Già cinque gol in questa stagione e una forma fisica ritrovata per l’ex Sassuolo: «Questo è il miglior inizio della mia carriera, ora c’è solo da scrivere il resto e speriamo che sia la migliore di tutte. Giampaolo? Un tecnico molto preciso tatticamente, noi attaccanti pressiamo tanto ma riceviamo anche tante palle gol. Europa? L’ho già raggiunta con il Sassuolo e penso anche qua abbiamo la squadra per farlo, poi non si può dire. Noi ce la metteremo tutta per arrivare il più in alto possibile», ha concluso Defrel.

Articolo precedente
linetty sampdoriaSampdoria-Spal, le pagelle: Audero pasticcia, magia Linetty
Prossimo articolo
Linetty direttaLinetty può esultare: «Il mio gol più bello da quando sono qui»