Sampdoria-Spal, le pagelle: Audero pasticcia, magia Linetty

linetty sampdoria
© foto www.imagephotoagency.it

Le pagelle di Sampdoria-Spal: Audero regala il vantaggio agli ospiti, Quagliarella la decide senza segnare

CLICCA QUI PER SINTESI E TABELLINO DEL MATCH!
CLICCA QUI PER LA FOTOCRONACA DELLA PARTITA!
CLICCA QUI PER GLI HIGHLIGHTS!

Audero 5,5 – Male in occasione del gol di Paloschi: la conclusione di Lazzari è forte, ma la respinta verso centro area del numero uno doriano è da rivedere. Ha però il merito di salvare il risultato sul sinistro incrociato di Petagna con una grande parata a terra.

Bereszynski 5,5 – Sembra leggermente più compassato del solito, soprattutto a livello di spinta: sbaglia un paio di appoggi semplici e non sembra al 100% sul pezzo. Un po’ di stanchezza può anche starci, dopo il tour de force delle ultime due settimane.

Tonelli 6 – Fa sentire il fisico, insieme al compagno di reparto, soprattutto su Petagna. Sempre ben posizionato, non forza mai la giocata ma spesso sceglie la traccia più semplice e sicura, fatto che dà tranquillità al reparto e ai tifosi che lo vedono giocare.

Andersen 6,5 – Molto cercato dai compagni quando l’azione deve ripartire da dietro, è il vero regista arretrato della squadra. Sicuro e granitico quando deve chiudere sugli avversari, non gli si può chiedere davvero di più.

Murru 5,5 – Giampaolo gli chiede di salire il più possibile per bloccare Lazzari nella propria metà campo. Compito che il terzino assolve a corrente alternata, lasciando l’avversario a volte troppo libero, tanto che la rete del vantaggio dei ferraresi arriva proprio dalla fascia di sua competenza. L’impegno non manca, ma contro il 29 arancione va troppo in difficoltà.

Barreto 6,5 – Una rete sfiorata dopo una manciata di minuti e tanto pressing: il paraguaiano è sempre al posto giusto e rappresenta un imprescindibile punto di riferimento per i compagni nel centrocampo blucerchiato, soprattutto nel momento del forcing finale da parte dei ferraresi.

Ekdal 6 – Come a Cagliari, sembra leggermente meno acceso del solito, tanto è vero che le transizioni offensive della Sampdoria passano molto di più dalle fasce che non per vie centrali. Si guadagna comunque la sufficienza con un secondo tempo più grintoso, convincente e autoritario rispetto ai primi 45′.

Linetty 7 – Si vede poco ad inizio gara, poi il lampo che toglie le castagne dal fuoco alla Samp dopo l’improvviso vantaggio degli avversari: bellissimo il sinistro con cui impallina Gomis, preziosa e intelligente la chiusura con cui mura su Lazzari un minuto dopo la rete del pareggio. Corre per tutta la partita senza sosta: Jankto dovrà sudare molto per sottrargli il posto (dal 38′ s.t. Jankto s.v. – Proprio il ceco rileva Linetty a fine partita: pochi minuti per cercare di dare dinamismo alla squadra per contenere gli attacchi finali della Spal).

Praet 6 – Torna nel ruolo che predilige e gioca una partita intelligente, in cui si intravedono sprazzi di qualità – chiedere a Felipe, che si guadagna il giallo per fermarlo su uno stop a seguire da applausi. Qualche imprecisione di troppo, figlia probabilmente di una condizione non ancora al top, ma col tempo arriverà anche la continuità di prestazione.

Quagliarella 7 – L’urlo del gol gli viene strozzato in gola per via della bandierina – giustamente – alzata dal guardalinee. Si rifà con l’assist di testa per Linetty e con quello per Defrel. Decisivo anche senza segnare, come i grandi campioni sanno essere (dal 31′ s.t.  Kownacki 5,5 – Non gli capitano occasioni grosse per farsi vedere. Si vede la voglia di spaccare il mondo dopo il rigore sbagliato a Cagliari, ma questa non è evidentemente la serata giusta per redimersi).

Defrel 6,5 – Meno appariscente del solito nel primo tempo, ma ha il gran merito di disegnare sulla testa di Quagliarella la traiettoria che porta al pareggio di Linetty. Nella ripresa è bravo a sfruttare con cinismo il pallone di Quagliarella per portare in vantaggio la Samp (dal 20′ s.t. Caprari 6 – Dopo dopo il suo ingresso cerca la gioia personale lanciato verso la porta, senza fortuna. Si sbatte molto in avanti, pressando i difensori avversari e cercando di tenerli in apprensione).

SPAL (4-4-2): Gomis 5; Cionek 6, Djourou 5,5, Felipe 5,5, Costa 6; Lazzari 7, Everton Luiz 5 (dal 20′ s.t. Missiroli 5,5), Schiattarella  6, Valoti 6 (dal 26′ s.t. Fares 5,5); Petagna 5, Paloschi 6 (dal 38′ s.t. Antenucci s.v.)


VUOI RESTARE AGGIORNATO SULLA SAMPDORIA? SCARICA LA NOSTRA APP!

Articolo precedente
Defrel direttaSampdoria-Spal 2-1, sintesi e tabellino
Prossimo articolo
Defrel SampdoriaDefrel manda segnali alla Roma: «Posso giocare in una big»