Derby della Lanterna: tanti neofiti per la Sampdoria, solo due veterani sicuri in campo

© foto www.imagephotoagency.it

Vincenzo Montella deve ancora sciogliere le riserve sulla formazione che scenderà in campo contro il Genoa nel Derby della Lanterna. Ci saranno sicuramente alcuni punti fermi come Quagliarella, potrebbe esserci l’idea Antonio Cassano un vero e proprio veterano della stracittadina. Ed è proprio una Sampdoria di neofiti del derby e di veterani dello stesso.

 

Se per Fernando, Barreto e Cassani questa partita potrebbe essere la seconda stracittadina (e facile che lo sarà, in quanto sono pedine irrinunciabili, soprattutto Fernando), per De Silvestri e Soriano sarà l’ottavo Derby della Lanterna. Sono gli unici veterani, se non si calcola Angelo Palombo, ma lui è fuori categoria proprio, va oltre il concetto di veterano quando si parla di stracittadina, un po’ come Antonio Cassano.

 

Questo sarà invece un derby d’esordi per cinque undicesimi della formazione, se i ragazzi scesi in campo saranno quelli ipotizzati: Diakitè, Ranocchia, Dodô, Alvarez e lo stesso Quagliarella, per loro l’emozione sarà doppia. Il primo Derby della Lanterna, la prima schermaglia contro i rossoblù, i primi calcioni ricevuti da quei macellai e speriamo restituiti con intelligenza. La gioia doppia, tripla, quadrupla in caso di rete, chiaramente. Per l’estremo difensore di porta, Emiliano Viviano questo sarà invece il quarto Derby della Lanterna. Prima stracittadina anche per Skriniar che di quello che sia questa partita non ne ha neanche un’idea, ma che ha dimostrato la giusta intelligenza e la giusta cattiveria per essere un valido elemento da inserire, se necessario.

Articolo precedente
Derby degli ex: Munoz alla ricerca del gol per emulare Antonini
Prossimo articolo
Arbitri: il Derby della Lanterna a Tagliavento