Dinan-Ferrero, che intreccio: da Eleven Finance all’NBA

dinan ferrero
© foto www.imagephotoagency.it

Le vite di Ferrero e Dinan si intrecciano nella finanza, passando per i debiti di Eleven Finance e l’NBA

Nonostante lo abbia visto di persona soltanto una volta, in occasione del viaggio a New York avvenuto lo scorso inverno, Massimo Ferrero ha più legami (seppur indiretti) con Jamie Dinan di quanti se ne potrebbero immaginare. I due praticamente non si parlano, il mediatore nella trattativa per la cessione della Sampdoria è Edoardo Garrone – che adesso potrebbe diventare socio di minoranza in CalcioInvest – ma le strade della finanza sono infinite e a volte portano a strani incroci.

Il retroscena pubblicato da Il Secolo XIX svela scenari finora sconosciuti, che si intrecciano con la vicenda relativa ai debiti di Eleven Finance, la società della famiglia Ferrero dedicata alle operazioni cinematografiche e immobiliari posta recentemente in liquidazione. Già, perché il contenzioso da cui derivano tutti i problemi è stato quello con doBank (dallo scorso giugno doValue), un gruppo finanziario che da Unicredit ha rilevato il credito nei confronti del Viperetta e della sua famiglia, riferito a un mutuo ristrutturato in sede di acquisto dell’ex circuito Cecchi Gori.

A controllare doValue è il gruppo americano Fortress, tra i cui fondatori, guarda caso, c’è Wes Edens, che insieme a Dinan è proprietario dei Milwaukee Bucks, squadra di basket NBA. A onor del vero, nel settembre 2016 l’allora DoBank ha ceduto quel credito – ammontante a circa 75 milioni – alla Marte Spv, società del gruppo svedese Hoist, ma i rumors provenienti dagli ambienti finanziari vorrebbero il fondatore di York Capital Management in grado di esercitare ancora una sorta di pressione su Ferrero proprio sfruttando le vicissitudini della questione Eleven Finance.