Diritti tv, fumata nera tra Lega e televisioni. Si rischia il tribunale

sede sky milano
© foto www.imagephotoagency.it

Diritti tv, fumata nera tra la Lega e le televisioni. Si pretende il pagamento della sesta rata: ora si rischia il tribunale

La riunione andata in scena ieri non è stata risolutiva, ma potrebbe non essere l’ultimo atto dello scontro tra club e televisioni sulla questione dei diritti tv. De Siervo è stato impegnato in una call con i rappresentanti di Sky, Dazn e Img, ma non ci sono stati colpi di scena e ognuno resta sulle proprie posizioni. Società e Lega ribadiscono la necessità di ottenere il pagamento della sesta rata, i broadcaster provvederanno solo se otterranno un prezzo ribassato, come scritto da La Gazzetta dello Sport.

La controparte è decisa ad ottenere il saldo della rata in virtù del contratto blindato che lega i contendenti. L’a.d. della Lega Serie A può rivalersi sulle tv in tribunale: se non ottiene i pagamenti ha il mandato per ufficializzare i decreti ingiuntivi e le chance di procedere per vie legali sono alte. I club chiedono il rispetto delle scadenze attuali a cui poi potrà seguire un confronto che porti a una decurtazione sui diritti tv del prossimo anno, Sky chiede invece che sia fatto subito, proposta che resta irricevibile.